Leadership, comunicazione efficace e potenzialità individuali

Via Copernico, 38

MILANO

Per maggiori info:
Leadership e comunicazione efficace

22 Aug Leadership, comunicazione efficace e potenzialità individuali

Danilo Schipani, Business & Communication Coach, fondatore di INTACTO, ci racconta come una comunicazione efficace possa esaltare il valore della leadership.

I mercati attuali richiedono una leadership in grado di creare potenti visioni del futuro e basata su una comunicazione efficace, che ispiri i propri collaboratori, e il cui “sottotesto” è un invito ad esprimere il proprio valore e le proprie potenzialità distintive.

Mercati e leader oggi

Sembra che ai leader vengano richiesti oggi risultati sempre più significativi, non soltanto sulle metriche più “tradizionali”, quali fatturato o margini. È richiesto spesso di essere innovatori e di trasformare le aziende o i settori in cui operano. Il leader efficace è in grado di riposizionare con abilità l’azienda nel proprio settore e, allo stesso tempo, di creare, definire un ruolo e una direzione di sviluppo in mercati nuovi o emergenti.

Leader e sistema aziendale

Il ruolo spesso trasformativo richiesto al leader, può essere svolto efficacemente attraverso il sistema che è chiamato a guidare. Il leader non opera in modo solitario o isolato. Ad una maggiore ricchezza del ruolo della leadership, deve corrispondere una maggiore integrazione con il sistema che è chiamato a guidare. Il leader è parte di un sistema fatto di persone con talenti, abilità, preferenze, stili di lavoro differenti.

Grandi idee possono fermarsi perché sistema e leadership si “disconnettono” lungo il sentiero che si percorre insieme.

Leadership e potenzialità individuali

Ascoltare, apprendere, motivare i propri collaboratori sono pertanto aspetti sempre più qualificanti di una leadership efficace. Tali aspetti assumono oggi una connotazione particolare: si tratta di modalità di relazione che dovranno facilitare​ in modo deciso l’espressione delle potenzialità individuali​ dei collaboratori, piuttosto che l’esecuzione efficace dei propri compiti “standard”.

Un leader efficace riesce e creare le condizioni ottimali affinché collaboratori e team riconoscano le proprie risorse, capacità e assumano responsabilità, adattandosi continuamente alle diverse sfide incontrate. Allo stesso tempo, un leader efficace riesce a mantenere costante il timone sull’obiettivo o sullo scenario che desidera costruire.

Collaboratori ispirati, non solo coinvolti

In tutto questo, non è sufficiente che i collaboratori siano coinvolti. Non è sufficiente per il collaboratore “sapere” di fare parte di un certo sistema o quali sono le proprie attività. È necessario ispirare​ i collaboratori, creando un ponte tra conoscenza e possibilità di azione. Infondere consapevolezza del proprio ruolo, fiducia sul proprio impatto e desiderio di azione. I collaboratori, ad esempio, sapranno di poter prendere una decisione valutando di volta in volta le condizioni e agire sulla base delle proprie abilità distintive. Sapranno di muoversi su un terreno adatto all’assunzione di rischi e responsabilità, ad azioni e risposte rapide, nelle condizioni e situazioni in cui si trovano.

Comunicazione efficace e leadership

In questo contesto, le abilità di comunicazione del leader risultano decisive. Una comunicazione efficace diventa il collante affinché i collaboratori possano percepire con chiarezza​ la visione che si vuole generare e siano ispirati in modo coerente. È lo “strumento” attraverso cui il collaboratore può entrare nel mondo di cui il leader ha visione. È il mezzo per poter tangibilmente sentire di esserne parte, protagonisti nel costruirlo.

Un leader trasformativo, in particolare, adotterà una comunicazione trasformativa​. Trasformativa delle modalità con cui i propri collaboratori affronteranno le sfide. Una comunicazione il cui “sottotesto” sarà un invito ad accedere alle proprie potenzialità più caratteristiche.

La comunicazione sarà frequente​, in grado di accompagnare i collaboratori in un percorso senza soluzione di continuità. Sarà aperta​, in grado di condividere successi e “fallimenti”. In grado allo stesso tempo di creare tangibilmente la consapevolezza di poter agire attraverso la sperimentazione​, in cui successo, “fallimento” e apprendimento sono parte integrante delle azioni messe in campo.

Sarà una comunicazione pervasiva,​ in grado di raggiungere l’organizzazione in modo diffuso, affinché ciascuno possa essere chiaramente parte di un sistema che viaggia in una determinata direzione.

Sarà una comunicazione che costruisce sulle​ differenze​, sui punti di vista e situazioni in cui si trovano di volta in volta i collaboratori.

Comunicazione e valore professionale

Tutto questo può facilitare il senso di appartenere alla visione, di essere protagonisti indispensabili nel dare forma all’obiettivo, di essere sostenuti​ nella direzione definita e nell’affrontare le sfide. Può trasmettere il senso chiaro e concreto che le proprie caratteristiche hanno valore​ e fanno la differenza.

Danilo Schipani


<
Tieniti aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter.


#IAMCOPERNICO