Le 10 serie che hanno chiuso il 2016 col botto

Via Copernico, 38

MILANO

Per maggiori info:
Le migliori serie tv per le vostre vacanze

28 Dec Le 10 serie che hanno chiuso il 2016 col botto

Da Black Mirror a Westworld passando per Narcos: il decalogo delle serie più belle che non potete esservi persi e che dovete recuperare!

E come ogni anno, anche questa volta siamo sopravvissuti al Natale. Sopravvissuti al pranzo che da generazioni occlude le arterie di tutta la famiglia, sopravvissuti alla corsa ai regali – rigorosamente fatti tutti il giorno della Vigilia -, sopravvissuti alle luminarie che hanno reso la nostra casa individuabile da Marte a occhio nudo. Tirate pure un sospiro di sollievo, anche questo Natale è andato. Resta solo un po’ di ozio e di dolce far niente in attesa di stilare la lista dei buoni propositi per l’anno nuovo. Tempo libero quindi, questo sconosciuto: tra una sciata e una passeggiata, una tombola e una partita a scala 40, non potete esimervi certo da un po’ di sano binge-watching per recuperare il tempo perso e guardare in maniera ossessivo-compulsiva le serie di cui tutti parlano e che voi non avete mai avuto il tempo di vedere!

 

Ma come districarsi nell’immensa offerta di titoli che ci circonda? Ecco una lista – del tutto personale, sia chiaro – delle 10 migliori serie del 2016 che non potete proprio esservi persi e che dovete recuperare, per chiudere l’anno in bellezza e iniziare il 2017 con la giusta carica. Buon anno dunque, e buona visione!

 

Trollhunters

Una serie animata per tornare indietro nel tempo. Regia e soggetto spettacolari, firmati niente di meno che da Guillermo del Toro, per una serie originale Netflix prodotta dalla Dreamworks. Sulla carta la serie di questa accoppiata vincente ha tutte le qualità per sfondare, ma sarà una volta iniziato a guardarla che non potrete più farne a meno. Permeata di un gusto tra l’immaginifico e l’inquietante, Trollhunters racconta le avventure di Jim Lake Jr. in un crossover tra romanzo di formazione e viaggio dell’eroe, facendo orbitare il protagonista in una galassia di personaggi costruiti con maestria, nutriti tanto di buoni sentimenti quanto di sfaccettature estremamente dark. Tenero e avvincente allo stesso tempo, è l’ideale da guardare accoccolati sul divano sotto una coperta calda: bella novità.

trollhunters

Dove? Netflix

 

The OA

È senza dubbio la serie più bizzarra, inaspettata e incomprensibile del 2016. La storia ruota intorno all’etereo personaggio di Prairie Johnson, una giovane ragazza che torna a casa dopo sette anni, trovandosi catapultata in una realtà nuova e sconosciuta a lei fino a quel momento: Prairie, infatti, dopo una vita da non vedente ha riacquistato la vista. Ma cosa è davvero accaduto in quei sette anni? Un mistero lentamente dipanato in otto episodi, che vi terrà letteralmente incollati allo schermo. Provare per credere.

The OA

Dove? Netflix

 

Una mamma per amica – Di nuovo insieme

Ritorno col botto per le Gilmore Girls della piccola Stars Hollow: quattro episodi, ciascuno legato a una stagione dell’anno, per lasciarsi catapultare di nuovo nella vita di Lorelai e Rory, esattamente da là dove le avevamo lasciate. Per i nostalgici, poi, o per chi si volesse rinfrescare la memoria, Netflix ha caricato tutte le passate stagioni della ormai storica serie: se decidete di imboccare questa strada, non prendete impegni fino al rientro a lavoro, non avrete tempo per altro.

Gilmore Girls

Dove? Netflix

 

The Crown

Che siate dei patiti della corona e delle vicende di Buckingham Palace o meno, poco importa, queste serie vi conquisterà in ogni caso. Una sceneggiatura talmente compiuta da sembrare un romanzo e degli attori perfettamente calati nel ruolo: questi gli ingredienti che fanno di The Crown una delle scommesse più vincenti della stagione invernale di Netflix (una scommessa rischiosa e costosa, visto che si parla della più grossa produzione originale di sempre, con un investimento di oltre 100mila sterline). Etichettata come period drama, ovvero una serie di stampo storico, The Crown racconta l’ascesa al trono di una giovane Elisabetta II, chiamata a succedere al padre, il Re Giorgio VI, precocemente scomparso, partendo dal suo matrimonio con il Principe Filippo di Edimburgo. Non confondetela con una noiosa biopic e non scambiate la sua trama con un insulso intreccio di intrighi a corte. The Crown ha la dignità e la sensibilità necessaria per offrire un nuovo sguardo sul mondo apparentemente immacolato e irraggiungibile della monarchia inglese: poetico, bellissimo, coinvolgente.

The Crown

Dove? Netflix

 

Black Mirror

Non ci sono tante parole per definire questa serie, se non una: inquietante. Uno stile tagliente e carico di suspense, intriso di una buona dose di satira, che con occhio penetrante sfonda i disagi dell’epoca contemporanea e ci offre scenari futuri su come la tecnologia influenzerà e determinerà il nostro modo di vivere: scenari tanto più inquietanti poiché estremamente verosimili. Nessuno spazio a speranza, redenzione o happy ending. E se quel futuro fosse già qui? Brividi.

Black Mirror

Dove? Netflix

 

The Young Pope

Un grande capolavoro per il piccolo schermo firmato dal premio Oscar Paolo Sorrentino. Protagonista tanto carismatico quanto ambiguo è il bellissimo e giovane Papa Pio XIII, magistralmente interpretato da Jude Law, affiancato da un superbo Silvio Orlando nei panni del Cardinale Angelo Voiello, personaggio scaltro e senza scrupoli, e dalla bravissima Diane Keaton, nella veste di Suor Mary. Introspezione religiosa e filosofica con una vena di sfacciata irriverenza, cast stellare, regia visionaria: da non perdere.

The Young Pope

Dove? Sky Atlantic

 

Westworld

La prima legge della robotica parla chiaro: Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno”. Ma cosa accadrebbe se questa legge venisse infranta? E chi lo ha detto che i robot non hanno ricordi, coscienza, consapevolezza? Ambientata in un far west onirico e a tratti fantascientifico, Westworld è una lenta discesa nell’animo umano, una risposta aperta all’eterno interrogativo sul rapporto tra uomo e macchina, raccontato con filosofia e intelligenza. Artificiale. Senza fiato. Cast stellare, Anthony Hopkins su tutti.

Westworld

Dove? Sky Atlantic

 

This Is Us

Una trama umanamente complessa per una storia che parla di ordinaria semplicità. In un panorama di serie dove a farla da padrona sono fantascienza, tecnologia e misteri oscuri che minacciano il futuro, This Is Us riesce a distinguersi per la sua irresistibile carica di normalità. Sei personaggi, una stessa data di nascita, un intreccio di storie da lasciare a bocca aperta. Spazio alla commozione e ai sentimenti, non quelli idealistici e stucchevoli, nutriti di buonismo e cinismo in egual misura, ma quelli veri: preparate i fazzoletti.

This Is Us

Dove? Fox Life

 

Narcos

Se non l’avete ancora vista, è il momento giusto per correre ai ripari. Narcos è il capolavoro firmato Netflix che con innegabile accuratezza tratteggia la vita e le gesta del signore della droga colombiano Pablo Escobar. Due stagioni per narrare abilmente l’ascesa al potere del narcotrafficante più famoso di sempre, accompagnandolo sino alla sua caduta. Ispirato a fatti realmente accaduti, il soggetto di questa magnifica serie è stato scritto con la collaborazione dei due veri agenti della Dea, Javier Peña e Steve Murphy, che per anni sono stati impegnati nella ricerca e nella lotta contro Escobar. Un racconto bellissimo, in bilico tra realtà e finzione. Plata o plomo?

Narcos

Dove? Netflix

 

Stranger Things

Metti una buona dose di fantascienza con una certa quantità di carica sovrannaturale e ambientala negli anni ‘80. Rendi poi protagonisti dei ragazzini e il gioco è fatto. Stranger Things è la serie mistery dai toni vagamente nostalgici che ha affascinato e conquistato tutto il mondo. Numerosi i riferimenti ai grandi film di quegli anni, come i Goonies o E.T., a garanzia del ricercatissimo effetto “tuffo nel passato”. La serie ruota intorno alla sparizione in circostanze misteriose di un ragazzino di nome Will: i suoi tre migliori amici, con l’aiuto di una strana bambina dotata di poteri telecinetici, iniziano a cercarlo, venendo a contatto con un mondo estremamente enigmatico e occulto. Degna di nota l’interpretazione di Winona Ryder nei panni di Joyce, la madre del ragazzino scomparso. Imperdibile.

Stranger Things

Dove? Netflix

 

Arianna Morandi


Tieniti aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter.
La tua privacy è importante per noi. I tuoi dati saranno utilizzati esclusivamente per l’iscrizione alla nostra Newsletter. Inoltre, in ogni momento potrai consultare la nostra Privacy Policy.


#WorkDifferent